Soliti pensieri.

di Ordinary Girl

Non riesco a studiare. Sto piangendo senza motivo ad intervalli di ore, un pianto frammentato solo da distrazioni sociali.

Non riesco a fare nulla, se non pensare.. Pensare.. E pensare. Continuare a pensare, così, sempre alle stesse cose. Non ne posso più, non ne posso più. È un supplizio, è la versione psicologica di Prometeo e l’aquila. Ho i Marlene Kuntz che mi cantano un omicidio; pessima scelta, dato che ho passato mezz’ora in stato di semi-trance, mentre pugnalavo dal basso verso l’alto un asciugamano con delle forbici. È un po’ inquietante, lo ammetto.. Ma ho un peso al cuore che non riesco a perdere, ho un fottuto nodo al cuore che non riesco a sciogliere. Perfino queste lacrime mi sembrano sbagliate, perfino queste lacrime non hanno senso.

Cos’è che voglio? Non riesco a capirlo neanch’io. So solo che.. So solo che fa male, fa così male, fa talmente male che neanche scrivere aiuta, neanche fumare aiuta, neanche bere aiuta, neanche ferirsi aiuta, neanche piangere aiuta, neanche urlare aiuta, potrebbe aiutare.. Morire?

Ma quale errore quando mi accorsi di averla uccisa prendendola martellate
quale orrore quando mi accorsi di averla massacrata a martellate
ma quale orrore
quale orrore!
Che mostro sono
che mostro sono
non posso neanche farmi fuori da me
non posso neanche farmi fuori da me
che mostro sono
che mostro sono
non posso neanche farmi fuori da me
non posso neanche farmi fuori da me
che mostro sono
che mostro sono
Qualcuno ha voglia di pregare per me?
Qualcuno ha voglia di pregare per me?
Che mostro sono..
Che mostro sono..
Che mostro sono..
Che mostro sono..

Annunci